Museo Caneira | la fisica del possibile

2011

[26 lockets with photographs, a video, a series of letters, diaries, notes and scientific journals]

Per la sua prima mostra personale in una galleria privata, Frapiccini ha lavorato con la curatrice Elisa Tosoni alla creazione di un personaggio fittizio: lo scienziato Aleksander Prus Caneira. La mostra trasformando la galleria privata in un museo attraverso la collaborazione con la Fondazione Caneira (di nuovo immaginario). L’obiettivo era quello di legittimare la ricerca dello scienziato ‘e la sua collezione di esemplari – tutti creati da Frapiccini stessa – al fine di mettere in discussione contemporanei sistemi di produzione di conoscenza, e le istituzioni come i musei svolgono il ruolo in tali processi. La fiction viene rivelata solo all’uscita dalla mostra, con un flyer dato ai visitatori, con una conversazione tra l’artista e il curatore.